about me Sinceramente spinto dalla passione / Truly driven by passion

LE BICI NUDE. Quando ero ragazzino e mi toccava usare la Graziella non riuscivo a farmi piacere i suoi parafanghi, il paracatena, il faro, il portapacchi, il campanello. Tutta roba in più, pensavo. La bici, per me, doveva essere nuda, solo con l’indispensabile: ruote, pedali, manubrio, freni. A mio gusto, c’è solo un’eccezione a questa regola, ed è quella rappresentata dalle biciclette da touring e da passeggio francesi degli anni ‘60 e ’70.

LA STESSA FOLLIA. Una delle avventure più belle della mia vita risale all’estate del 1983. Con mio fratello decidemmo di truccare la nostra bici da cross, quella con la sella lunga e il poggiaschiena altissimo, stile chopper. Presa, smontata, sverniciata, riverniciata di giallo, rimontata con una sella monoposto. L’obiettivo era di imitare lo stile delle BMX, bici che stavano avendo un sacco di successo in quel periodo. Il risultato fu pazzesco: una bici gialla, con ruote tacchettate nere e un sellino da corsa, corto, un posto solo. Quel lavoro svolto giù in garage è ancora oggi uno dei più bei ricordi che io abbia assieme a mio fratello. La passione che vedete qui, in questo mio garage, non è altro che l’evoluzione di quell’estate di 30 anni fa, con un po’ più di criterio e di attrezzatura! Ma lo spirito è esattamente lo stesso: di follia, di piacere, di divertimento, di soddisfazione nel vedere il mezzo più semplice del mondo riprendere nuova vita.

LA BICI URBANA (È SINGLESPEED). Con una bici pesante zigzagare nel traffico non è agevole; se vuoi cavartela, devi avere una singlespeed il più essenziale che puoi. Per preparare le bici uso telai vintage in acciaio, cioè quelli con i tubi sottili. Smonto, pulisco, vernicio, lucido, ingrasso, cerco e abbino i singoli componenti. La soddisfazione più grande è recuperare vecchie bici dal fondo di un garage o di una soffitta e ridare loro vita con un restyling oppure un restauro. Con il restyling il cambiamento di look è importante e le bici diventano esclusive, tagliate su chi le pedalerà. Con il restauro le faccio ritornare come appena uscite di fabbrica rispettando al massimo ciò che erano.

Scorrevole, leggera, fluida, silenziosa, sicura, questa è la bici che voglio. E deve essere bellissima, attenta agli accostamenti cromatici, perché una singlespeed così la userete anche nelle occasioni più eleganti e formali.

THE NAKED BIKES. When I was just a little boy, I was forced to ride a “Graziella” and I remember disliking its fenders, its chain guard, its headlight, its parcel rack and finally its bell. All of which was just unnecessary, I thought. In my opinion, the bike had to be “naked”, only dressed with the essential parts: wheels, pedals, handlebar and breaks. To my liking, I can only make one exception to this rule and it would be for touring and 60’s and 70’s french roadsters.

THE CRAZINESS. One of the most exciting experience of my life dates back to the summer 1983. My brother and I decided to customise our own cross bike, the one with the long saddle and a high back rest, similar to a chopper. We took it, we dismantled it, we removed its original painting and we painted it yellow and we reassembled it with a single saddle seat. Our aim was to reproduce the BMX bike style which was very popular at the time. The outcome was crazy: a yellow bike, with black gear wheels and a short racing saddle seat. This piece of work carried out together with my brother still remains one of my best memories ever. The passion that you can feel by looking at my Ciclico-garage it is the result of the experience of that summer 30 years ago but just better equipped and with more knowledge! The drive remains the same: a mixture of craziness, pleasure, amusement and a great satisfaction in seeing the simplest of the transportation means take on a new life.

URBAN BIKE (IT’S SINGLESPEED). It is not easy weaving through the traffic with a heavy weight bike. If you want a smooth ride you need a light singlespeed bike. In order to prepare a bike with steel vintage frames, that is those made of thin tubes, I need to dismantle the bike, to clean it, to remove the painting, to polish, to grease and to look for the right combination of every single component. I get a great deal of satisfaction from digging up old bikes left abandoned in garages or lofts and give them a new lease of life by restyling and restoring them. Restyling gives the bikes a new and unique identity designed for its own biker. Restoring makes them work as well as they did when they were first manufactured.

Smooth, light, fluid, silent, safe…this is the bike I want. And let’s not forget beautiful with the right chromatic combination so the singlespeed bike can also be used in more formal and elegant occasions.