Re-visited

Ho fatto ciò che non avrei mai pensato di fare: rimettere mano ad una bici già finita, Flashdance, portando i freni a tre!

Finita a gennaio 2021

Componenti
  • I componenti sono gli stessi della bici d’origine, con queste modifiche:
    • oltre al contropedale, dietro ho aggiunto un freno Galli
    • sostituita la leva freno inversa con due Weinmann anni 70
    • aggiunto il cestino frontale, un Wald 1372 nero
    • parafanghi in acciaio inox
    • maniglia saltafossi
    • fari a led
Storia di questo restauro

Fatta e rifatta.

La mia Flashdance (prima versione) era in officina e un giorno mi è venuta voglia di fare qualche piccola aggiunta per renderla più bici da fatica, cioè da commissioni cittadine.

Ho aggiunto dei bei parafanghi in acciaio inox, assai vecchi anche loro. Certo che una volta non risparmiavano in materiali, sono grossissimi e non li pieghi nemmeno a calci. Poi ho messo la maniglia ‘saltafossi’, mi capita spesso di fare il sottopasso della stazione e quella maniglia è davvero comodissima per salire-scendere le scale.

L’unica leva del freno che c’era prima l’ho sostituita con una coppia di vecchissime Weinmann, ciò significa che adesso la bici ha ben 3 freni, i due classici + il contropedale che ho mantenuto. Con la pioggia, in discesa dai cavalcavia, è sicuro e molto utile per rallenta la velocità senza inchiodare.

Ho aggiunto davanti il fantastico cesto Wald in alluminio, dico fantastico perché ha l’attacco al manubrio e al mozzo ed è così forte che tranquillamente ci puoi caricare le borse della spesa 🙂

Da ultimo, ho aggiunto due fari a led, avanti-dietro, a batteria. Consiglio: andare in giro di sera con le lucine non è solamente sicuro ma è proprio…. figo! Provate, provate.

Work & Company: Officina CICLICO.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *