La vedesse l’Emiro

Sole, petrolio, sabbia. Il Sole l’ho messo nei cerchi dorati, il petrolio nel blu-verde del telaio, la sabbia nel manubrio.

Finita a luglio 2017

Componenti
  • telaio cicli Vetta (Taverna) in acciaio a congiunzioni
  • tg 56
  • tubazioni Columbus SLX
  • guarnitura Campagnolo Nuovo Record (52 t)
  • movimento centrale Campagnolo Nuovo Record
  • pedali Campagnolo Record
  • mozzo anteriore Shimano Dura Ace 7410
  • mozzo posteriore Campagnolo Record a corpetto 7v. convertito singlespeed
  • cerchi Mavic Oro Record du Monde de l’heure (32h ant. / 36h post.)
  • serie sterzo Shimano 105
  • freni Campagnolo Athena Monoplaner
  • reggisella Campagnolo Chorus aero da 27,2
  • sella Brooks Cambium denim (Levi’s limited edition n. 880/1.000)
  • pipa Cinelli 1A
  • manubrio Cinelli pista
  • nastro manubrio in pelle Almarc
  • leve freno BLB da CX
  • distanziali per mozzo posteriore VeloSolo UK
  • catena KCMC oro 1/8″
  • pignone Campagnolo (19 t)
Com'era

..era decisamente bruttina…

Appunti

Ci sono bici custom che quasi si creano da sole, cioè ti metti lì e tutto gira alla perfezione, senza nessun intoppo, senza ripensamenti di idee e non hai nemmeno il dubbio di aver fatto la scelta giusta su questo o quel pezzo. Per questa singlespeed in acciaio è stato un po’ diverso e la ragione era una sola: sapevo che il mio amico A.B. se la sarebbe portata a Dubai e il timore che non fosse “bella abbastanza” in qualche occasione mi ha fatto tentennare. Anche perché a Dubai io non ci sono mai stato, ho tutta una mia idea su come possa essere quella città e immaginavo pure di far colpo sull’Emiro e di diventare il suo meccanico personale (già qui la follia di pensare che un emiro possa andare via in bici a 50° C). Paturnie d’officina a parte, sono partito dai tre colori che di certo campeggiano negli Emirati Arabi, sole-petrolio-sabbia, li ho messi sulla bici e ci ho aggiunto un po’ di tricolore nel mozzo posteriore… che non si sa mai.

5 pensieri su “Dubai

  1. Valentina dice:

    È una tra le mie preferite, sarà il deep blue , sarà il calore e colore giallo rovente di Dubai, sarà il fascino dell’emiro…

  2. roberto dice:

    ottima , come sempre nelle sue biciclette si denota buongusto per l’accostamento dei colori , bellissima anche la scelta dei freni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *