Fabulous color

Se una bici la si giudica (anche) dal colore, allora questa non può che essere favolosa!

Finita a luglio 2019

Componenti
  • TELAIO:
    • telaio Cicli Vetta in acciaio
    • tubazioni Columbus
    • data: fine 80/inizi 90
    • taglia 59 cm

    TRASMISSIONE:

    • guarnitura Campagnolo Chorus (53-42)
    • movimento centrale Campagnolo C-Record
    • deragliatore anteriore C-Record
    • cambio posteriore C-Record
    • leve cambio Campagnolo Super Record
    • pignoni Regina America 14-24 (6 velocità)
    • catena Sachs

    RUOTE:

    • mozzo posteriore Campagnolo Victory
    • mozzo anteriore Gian Robert
    • cerchi NISI HR22 bruniti
    • copertoni Pirelli P-Zero Velo 4S 700×23

    GUIDA:

    • manubrio “flat” 48 cm
    • pipa ITM
    • manopole Brooks Cambium rubber
    • leve freno Paul Component “E-Lever”
    • freni Shimano Dura Ace 7410
    • serie sterzo Campagnolo C-Record

    FINITURE:

    • reggisella Campagnolo C-Record Aero
    • sella San Marco Concor Profile
    • pedali MKS Sylvan touring
    • campanello Knog Oi Luxe

    CUSTOMCOLOR:

    • cangiante blu-viola
Com'era
restoration, bike restoration, custom restoration

Quando dici “era abbandonata nello scantinato“…. però vedevi che era una figata di bici…

Storie d'acciaio

Sono tornato a fare quello che mi piace di più: bici leggere e ridotte al minimo e con qualche trasformazione nata in officina.

Telaio corsa, manubrio piatto, freni. Qui c’è il cambio, non è una singlespeed pura, ma la linea è essenziale e va bene.

Telaio spettacolare, nessuna congiunzione, fatto dal nostro caro sig. Taverna, cioè Cicli  Vetta (Padova), con uno stile bellissimo e di grande eleganza. Molto anni ’90, per quello ho scelto il blu-viola cangiante. Le foto fanno capire bene questo tocco da camaleonte. Se il telaio avesse avuto le congiunzioni non l’avrei fatto di questa tonalità che ricorda molto i Klein americani di quel periodo pazzo di colori. Ma qui i tubi sono saldati a fillet per cui è tutto perfettamente liscio e il cangiante è di grande effetto (al Sole fa girare la testa).

Non ci ho messo tanto tempo a finirla, in fin dei conti la bici “esisteva”, era giù in cantina ma aveva tutti i suoi pezzi. Ma non c’è customizzazione che si possa chiamare così se non viene sostituito qualcosa: nel mio caso, le leve freno, un aggiornamento di sella, manopole, pedali, copertoni e cavi. Tutto il resto è quello che c’era, pulito e lucidato.

Mi è piaciuto tornare a fare quello che facevo, senza parafanghi.

Bici essenziale, le leve freno Paul Component sono oro e il campanello Knog Oi-Luxe suona a meraviglia e non lo noti neanche. Tutto il resto, come detto, c’era già e bastava riportarlo alla luce del Sole.

Custom Design: CICLICO.it

Un pensiero su “Fab-One

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *