Un tocco di blu

Se le favole iniziano con “c’era una volta”, i restauri iniziano con una bicicletta abbandonata, c’è più gusto. Solo io potevo raccogliere dalla strada una bici ridotta così, ma ne è valsa la fatica.

Finita a maggio 2021

Componenti

TELAIO:

  • telaio in acciaio da donna, Bottecchia
  • periodo: anni 80

TRASMISSIONE:

  • guarnitura Bottecchia 42 denti
  • movimento centrale “a spina”
  • pignone 18 denti
  • catena KMC da 1/8″

RUOTE:

  • mozzi a cuscinetti
  • cerchi in alluminio da 26″
  • copertoni CST Traveller

GUIDA:

  • manubrio Bottecchia
  • manopole stile “osso”
  • freni Universal
  • serie sterzo Bottecchia

FINITURE:

  • sella Brooks Cambium C17 (organic light)
  • pedali VP
  • parafanghi Inox filettati blu cobalto
  • cestino anteriore WALD U.S.A.
  • portaborse posteriore BLB
  • carter paracatena Velo Orange
  • campanello Crane Japan Hane
  • para-manubrio Gigante in silicone

CUSTOMCOLOR:

  • bianco perla / azzurro perla

Work & Design by CICLICO

Storia di questo restauro

Luglio 2017, trovo questa bici abbandonata accanto ai cassonetti delle immondizie sotto casa. Mi fermo, la guardo e vedo che non è male, è pur sempre una Bottecchia e merita di essere sistemata. La prendo, la carico in macchina e mentre la porto in officina penso che se riesco a tirar fuori qualcosa di buono da qui magari bravetto lo sono sul serio.

Ditemi voi!

Work & Design by CICLICO.it

Un pensiero su “Santorini

  1. Giampietro dice:

    Complimenti Leo. Curata nei minimi dettagli. Stupenda! Sei riuscito a dare una nuova anima a questa splendida bicicletta!
    Solo un occhio esperto come il tuo, unito alla tua abilità come meccanico, mescolata all’estro, alla fantasia e alla creatività potevano cogliere, tutto il ponteziale che questo rottame abbondonato avrebbe potuto ancora esprimere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *