Finita a dicembre 2015 

Componenti
  • telaio Coppi in acciaio a congiunzioni
  • tg 59.5
  • guarnitura Shimano 600
  • serie sterzo Stronglight
  • freni Universal 125
  • leve freno Sacconi
  • pipa 3ttt
  • reggisella ITM
  • sella San Marco
  • portapacchi Basil UK
  • pneumatici Michelin world tour 700 x 35
  • parafanghi trovati nelle immondizie e sistemati

8 pensieri su “Quicksilver

  1. Stefano dice:

    Incredibile come da pezzi -inutilizzati- possa nascere una bici così particolare. Sicuramente non una creazione banale. Complimenti davvero.

  2. Diego dice:

    Della bici, come del maiale, non si butta niente! Bella questa creazione, Leo! Grezza, cattiva, essenziale, senza troppi fronzoli. Una bici “operaia” in apparente contrasto con i gioielli da atelier che l’hanno preceduta.
    Bravissimo Leo, realizzare un “dolce” cosi con gli avanzi del frigo, vuol dire che sei uno chef stellato

  3. Davide dice:

    Vedo che continui a darti da fare, con ottimi risultati.
    Questa bici ha un po’ meno personalità rispetto alle precedenti, ma se consideriamo che è frutto di un recupero di parti che avevi sparse per l’officina, mi tolgo il cappello.
    Bravo Leo, avanti così!

  4. Marco Stefanoni dice:

    Ciao carissimo artista , come sempre nn ti smentisci mai , molto bella e originale soprattutto con il cesto anteriore , molto bella anche la scelta dei parafanghi , condivido un pochino meno la forma del manubrio , ma tutto sommato sei promosso !!!

    Un saluto : Marco

  5. Giovanni Palombo dice:

    Complimenti, bellissima realizzazione. Utile, economica e bella da vedere! La filosofia del riciclo è senz’altro la migliore. Questo lavoro stà a significare che da pezzi considerati vecchi ed inutili può invece nascere qualcosa di unico. Continua così.

  6. Michele Palescandolo dice:

    Mi piace l’idea di lasciare il telaio grezzo e passare solo il trasparente (ero in dubbio e lo sono ancora anche io su una scelta del genere, su un vecchissimo telaio terribilmente maltrattato ed arrugginito, che avevamo in un sottoscala e che ho finito di ripulire solo due giorni fa). I componenti che usi sono di prim’ordine e la cura dei particolari è di livello altissimo.
    Alle tue opere d’arte la mia immutevole ammirazione!

Rispondi a Marco Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.